+39 339 1828 249 info@socialfit.it
Vendere Allenamenti Iper profittevoli Online e dal vivo: il potere della Lista

Vendere Allenamenti Iper profittevoli Online e dal vivo: il potere della Lista

Clienti, clienti e ancora clienti!
Tutti voglio sempre più clienti.

 

Ma…

Sei sicuro che sia la soluzione giusta, quella di avere più clienti?

 

In questo post scoprirai qual è la vera essenza del profitto della tua attività!

 

Pronto?

 

Cominciamo!

 

Il cliente è sostanzialmente l’essenza della nostra attività.

 

Perché più clienti significa avere più entrate.

 

E più entrate significa avere un’attività più florida, più profittevole e più in salute.

 

Perché?

 

Ti permette di poter gestire meglio le spese e di avere del profitto per la tua qualità di vita.

 

Ma la vera domanda è… 

 

Sei sicuro che sia solamente l’acquisizione di nuovi clienti ogni giorno la vera essenza del benessere della tua attività?

 

Sei sicuro che sia l’unico modo che hai per garantirti una migliore qualità di vita?

 

Sei sicuro che sia l’unico modo che ti permette di guadagnare ogni giorno con le tue passioni?

 

Chiaramente, la tua passione dev’essere al centro di tutto.

 

Se io, Alberto, non avessi la passione nel dispensare i miei consigli, i miei concetti, il mio stile di vita che è basato sul benessere e sulla consapevolezza del proprio corpo, quindi sul fitness…

 

Ovviamente questo post perderebbe la sua efficacia e il suo significato.

 

Spero, quindi, di parlare con te che hai di base la passione per la tua attività per la quale ogni giorno dai il 101%…

 

Perché credi nel tuo messaggio e non lo fai solo per il mero profitto.

 

Ma chiaramente se hai la tua attività, un profitto lo vuoi ottenere per poter stare meglio.

 

Guadagnare facendo ciò che ami.

 

Adesso veniamo al dunque…

 

La domanda centrale è…

 

ACQUISIRE NUOVI CLIENTI OGNI GIORNO E’ VERAMENTE L’UNICO MODO CHE HAI PER MONETIZZARE LA TUA ATTIVITA’?

 

Questo post serve a farti fare un’ulteriore considerazione.

 

Una considerazione FONDAMENTALE che ti permette di vedere le cose da una diversa prospettiva e che ti serve per acquisire la giusta consapevolezza per gestire la tua attività, da un punto di vista delle vendite e del marketing.

 

Ti svelo un’altra cosa…

 

Devi sapere che un cliente che è già acquisito che ha una Life Time Value, ovvero il ciclo di vita dei clienti, sufficientemente ampio è…

 

Preparati perché questo è davvero importante…

 

E’ fino a 12 VOLTE PIU’ CONVERTIBILE E PIU’ MONETIZZABILE, rispetto a una persona che ti conosce per la prima volta.

 

Ti dico questo perché generalmente viene commesso un errore.

 

Quello di pensare a fare tanta acquisizione di nuovi clienti andando, in maniera totalmente incomprensibile, a ignorare chi è già tuo cliente, chi ha già fiducia in te.

 

Questa tipologia di cliente, nella realtà dei fatti, è quello più importante per la tua attività.

 

Perché?

 

Sono le persone con cui puoi costruire un percorso di vendita che le renda sempre più:

 

 

  • Consapevoli

 

  • Monetizzabili

 

  • Convinte che il tuo prodotto/servizio/programma siano le cose più importanti.

 

 

Tutto questo è un concetto fondamentale.

 

Che anche noi di SocialFit dispensiamo ogni giorno nella nostra Digital Fitness Academy.

 

La Digital Fitness Academy è un percorso avanzato per i Fitness Marketer, così li chiamo perché sono dei Trainer o Titolari di centri che hanno acquisito una consapevolezza di Marketing che oggi solamente una ristrettissima cerchia di persone è riuscita ad acquisire, e che è riuscita a creare un business che è a prova di chiusure e di restrizioni.

 

Perché sono in grado di dominare quelle che sono le dinamiche del marketing odierne, dominare la scenario del mercato in cui operano e questo consente loro di non avere paura di niente e di quello che sarà il futuro prossimo.

 

Fatta questa premessa…

 

DA DOVE DEVI PARTIRE?

 

Devi partire dall’avere la massima consapevolezza di chi hai già in casa.

 

Chi sono queste persone?

 

Quanto spendono mensilmente in media?

 

Per quanto tempo rimangono agganciate a te?

 

Cosa puoi fare per rendere ancora più longeva la loro permanenza nella tua realtà?

 

Cosa puoi proporre per far si che queste persone possano essere ulteriormente monetizzabili?

 

Tutto attraverso la VALUE LEDDER.

 

Che cos’è?

 

E’ essenzialmente è un percorso che ti permette di trasformare un utente che non ti conosce minimamente in un cliente effettivo, cioè una persona che in qualche modo ha monetizzato con l’acquisto di un tuo programma o prodotto.

 

E man mano che ti conosce e che comincia ad avere fiducia in te, diventa maggiormente monetizzabile.

 

Come fare?

 

Non devi assolutamente basarti sull’improvvisazione o su una serie di azioni che fai in maniera estemporanea.

 

Devi avere una tabella di marcia 

 

Una consapevolezza di quali sono i programmi che vuoi proporre che chiaramente devono avere un ordine economico crescente 

 

Devi avere un TIMING...

 

Ovvero, se la persona entra oggi nel tuo percorso di vendita devi sapere che dopo un lasso di tempo specifico farai un’altra proposta e poi dopo un altro lasso di tempo quando l’offerta sta per scadere dovrai essere pronto con un’altra proposta ancora…

 

E così via, fino a che non avrai avuto la sicurezza che il cliente è massimamente monetizzato.

 

Per fare questo devi sapere:

 

  • Chi hai davanti

 

  • Quali sono i suoi problemi

 

  • I suoi obiettivi 

 

  • Cosa puoi aggiungere d’integrabile al suo al suo percorso, perché ci sono una serie di spese che può fare che possono essere aggiunte per migliorare la sua esperienza. (es. Consulenza, una sessione one to one, ect.).

 

Questo ti permetterà di avere un MONETIZZAZIONE del cliente, migliorerai la sua esperienza, migliorerai consapevolezza del suo corpo e dei suoi movimenti.

 

Quindi…

 

Aiuterai ad avere un miglioramento ancora più rapido, che porterà a una maggiore soddisfazione da parte del tuo cliente.

 

Così facendo potrai ottenere un LIFE TIME VALUE (ciclo di vita del cliente) ancora più ampio.

 

Ma tutto questo da dove parte?

 

Parte principalmente da 2 cose:

 

  • Devi domandare al cliente quali sono i suoi obiettivi. E sulla base della sua risposta tu proporrai qualcosa di specifico che si cela proprio dietro al tuo prodotto o programma che gli proporrai. Per andare così a migliorare quella che è la sua monetizzazione.

 

  • Devi avere uno specchietto, completo ed esaustivo, di chi sono i clienti, quanto spendono mensilmente, quanto spendono in fasce di tempo più ampie e soprattutto quant’è il LIFE TIME VALUE.

 

 

Nel momento in cui hai tutti questi dati, sai anche l’obiettivo dei tuoi clienti e il perché ti hanno scelto…

 

Avrai una visione dall’alto, ampia, di quello che è il tuo business e il tuo parco clienti.

 

Brian Kurtz, uno dei marketer odierni che stimo di più.

 

Ha detto una frase veramente molto importante e secondo me molto significativa…

 

digital fitness marketing, marketing palestre, marketing online personal trainer, coaching online, ottenere clienti

MONEY IS IN THE LIST

 

Cioè, il soldi sono nella lista.

 

Quando tu hai questa lista di persone con un nome e cognome, con un obiettivo, quello che hanno acquistato e il perché l’hanno acquistato…

 

I SOLDI SONO LI’.

 

Si celano tutti dietro a una piccola e semplice domanda che serve a migliorare la loro esperienza con te.

 

Chiaramente questa lista andrà a esaurirsi nel tempo, non sarà infinita…

 

Ed è proprio qui che interviene l’acquisizione clienti, è qui che interviene tutto quello che è il funnel di vendita che serve a generare nuovi lead, contatti, prove gratuite, offerte.

 

Che servono ha portare nuove persone qualificate nella tua lista.

 

Sono due azioni che integrate insieme e sono entrambe l’una la spalla dell’altra.

 

Quindi…

 

Lavorare solo sull’acquisizione clienti e non lavorare sulla tua lista ti farà perdere l’occasione di monetizzare molto di più.

 

Te lo posso garantire.

 

Consiglio:

 

Continua a lavorare sull’acquisizione clienti.

 

Ma dev’essere un’acquisizione che ti porta, chiaramente attraverso campagne, contenuti e una serie d’iniziative che ti servono ad avvicinare gli utenti a te…

 

E li portano all’interno del tuo sistema, del tuo percorso in modo tale da poter essere poi monetizzabili attraverso quello che è la frase che ti ho detto precedentemente:

 

MONEY IS IN THE LIST!

 

Penso, grazie a questo post, di averti dato l’occasione di riflettere tanto e penso di averti dato anche dei compiti per casa come esercitazione…

 

Compiti che se realizzerai…

 

(e se li realizzi mi raccomando scrivimi a info@socialfit.it così possiamo vedere insieme cos’hai tirato fuori, può essere interessante e magari posso anche darti una mano).

 

Riuscirai a vedere dall’alto il tuo business e vedere come operare in questo.

 

Come poter far sì che i tuoi clienti possano essere maggiormente consapevoli, monetizzabili e affini al tuo percorso e al tuo messaggio…

 

Clicca il link e iscriviti alla Digital Fitness Academy.

 

Un percorso avanzato di 60 giorni, che serve a rendere non solo più monetizzabile il cliente che hai già in casa ma serve anche a far esplodere il proprio business da un punto di vista della monetizzazione online e dell’allenamento dal vivo!

 

 


 

 

Se vuoi ricevere altre idee, spunti e contenuti di alto valore per il digital marketing della tua palestra, ti aspettiamo nel nostro gruppo Facebook riservato solamente ad imprenditori fitness & wellness. 

  

 PUOI ACCEDERE CLICCANDO QUI

  

Big Up!

 

Alberto

 

Allenare online VS dal vivo. La verità. Per Personal Trainer e Palestre

Allenare online VS dal vivo. La verità. Per Personal Trainer e Palestre

DA CHE PARTE TI SCHIERI?

Allenamento online o allenamento dal vivo?

 

Te lo chiedo perché…

 

Negli ultimi tempi si sono create effettivamente due fazioni, che si fanno la guerra l’una contro l’altra.

 

E oggi ti dirò chi ha la meglio!

 

Pronto?

 

Iniziamo!

 

Parto col definire in maniera totalmente chiara, trasparente qual’è la vera scelta da compiere tra allenamento online e allenamento dal vivo.

 

La verità?

 

Una scelta non c’è.

 

Devi scegliere di non scegliere.

 

Piccola precisazione: 

 

Questo post è per chi vuole fare impresa nel mondo fitness e non per chi vuole rimanere nel proprio piccolo perimetro di clienti.

 

Voglio specificare che non è assolutamente un male allenare una ristretta cerchia di persone.

 

L’importante è sempre quello di fare questo lavoro con passione e professionalità.

 

Ma questo post è dedicato principalmente a chi vuole creare una rete di clienti sempre più grande e per chi vuole migliorare le proprie competenze da un punto di vista manageriale.

 

Torniamo a noi!

 

Qual’è il punto?

Imprenditorialmente, scegliere solamente di erogare il proprio servizio in un ristrettissimo ambito, è un grande ERRORE.

 

Perché è un errore?

 

Fondamentalmente, se tu hai delle competenze, delle abilità e vuoi fare in modo che quante più persone possibili possano usufruire di queste anche a distanza ma in maniera flessibile, agile e veloce…

 

Ecco che l’allenamento online sarebbe per te la soluzione ideale.

 

Parallelamente, però, ci sono persone che hanno bisogno di te, che hanno bisogno di vederti.

 

E magari anche tu hai bisogno di vedere loro, per capire come si muovono, come si allenano ed avere un rapporto più diretto.

 

In questo caso, l’allenamento dal vivo è l’unica soluzione.

 

Ma perché ti dico questo?

 

Purtroppo il motivo è che il fitness italiano vive queste due diverse modalità di lavoro in malo modo.

 

Vede questi due tipi di allenamento come una grande spaccatura del fitness… che lasciamelo dire… non ha proprio senso.

 

Dove ci sono persone che vivono con un odio sconfinato il fitness online, e le persone che dicono che l’allenamento online è il futuro e che quello dal vivo è ormai obsoleto. 

 

La realtà dei fatti è un’altra!

 

Adesso ti spiego dove sono collocato.

 

Io, Alberto, sono un grande patito del fitness e mi alleno 5-6 volte alla settimana, lo faccio sempre in compagnia di altre persone e vengo seguito da un coach.

 

Quindi, vado a preparare tutti i miei allenamenti sulla base di un’esperienza diretta con le persone.

 

Per quanto io aiuti delle attività e SocialFit abbia come partner anche grandissimi trainer online, che vendono migliaia di euro ogni giorno di prodotti online… 

 

Io, personalmente, come cliente, prediligo l’allenamento dal vivo.

 

Diciamo che mi colloco un pò nel mezzo.

 

Cerco di avere una visione più chiara possibile, dall’alto soprattutto, che mi permette di avere un punto di vista che sia OGGETTIVO.

 

Sia per combattere la soggettività, sia per riuscire a vedere da un punto di vista più imprenditoriale.

 

La domanda che devi porti, infatti, è un’altra.

 

Che non è “allenamento online o dal vivo”.

 

Ma bensì…

Digital fitness marketing, personal trainer, crossfit

Quante più persone riesco ad aiutare con i miei allenamenti, con le mie competenze e con le mie abilità?

 

Ci saranno persone molto distanti da me, già preparare, che hanno già una consapevolezza dei movimenti che potrò andare ad aiutare attraverso un allenamento online.

 

Quindi un supporto che può essere una supervisione, o l’invio di un programma.

 

Al contrario, ci sono persone, che hanno bisogno di una persona presente.

 

Devono vedere come fare i movimenti, quindi vi è la necessità di seguirle in presenza. 

 

Se tu vai a fare un aggregato di queste due cose, avrai due fette di pubblico completamente diverso:

 

  • Da un lato delle persone che hanno già una consapevolezza, sanno già i movimenti e hanno già un loro backgruond su cui puoi lavorare e puoi costruire un rapporto con loro.

 

  • Dall’altro hai delle persone neofite, sono sedentarie e al di là della loro personale posizione hanno bisogno di te e puoi costruire un altro tipo di servizio.

 

Quindi…

 

Quello che devi fare in realtà, non è tanto scegliere tra offline o online…

Digital fitness marketing, personal trainer, box crossfit, marketing palestre

Ma devi scegliere le modalità che ti servono ad allenare più persone simultaneamente, devi imparare questo.

 

Per avere una mentalità imprenditoriale, devi capire che ci sono più cluster di pubblico/gruppi che hanno bisogni diversi, necessità diverse e anche una capacità di spesa diverse. 

 

E’ necessario imparare ad aggregare le tue abilità e competenze per riuscire ad aiutare più persone possibili.

 

Andare a sposare una parrocchia che possa essere il fitness online, dicendo che è il futuro, perché così si possono vendere allenamenti in automatico…

 

NOTA BENE:

 

Sai che gli allenamenti in automatico sono una grandissima cavolata, vero?

 

Quelli che ti dicono che puoi guadagnare con le proprie passioni implementando qualcosa di automatico che genere entrate ricorrenti senza che tu debba fare niente.

 

E’ tutta fuffa! 

 

Se hai dato un’occhiata alla LIVE del gruppo FaceBook di SocialFit, ti sarai accorto che ho fatto tantissimi interventi su questo tema.

 

Quindi ti consiglio di accedere al gruppo SocialFit РDigital Fitness Marketing perch̩ di questo parliamo in maniera molto approfondita.

 

Parliamo anche dei nostri corsi, chiaramente, in maniera ancora più approfondita e avanzata.

 

Comunque, il concetto è: La vendita automatica non esiste, devi sempre supervisionare.

 

Perché è come se tu aprissi una seconda attività, parallelamente, non è giusto professare un no incondizionato per l’allenamento online dicendo che l’allenamento è solo dal vivo.

 

Ci sono varie forme.

 

Al di là del contesto storico in cui viviamo, questa è una consapevolezza che bisogna avere da qui a tempo indeterminato.

 

Perché la verità è che le persone, man mano che andiamo avanti, hanno sempre più bisogni e problemi diversi.

 

Quindi tu dovresti allenare online e inviare programmi a persone che si allenano in palestra, con gli amici  o da soli che però potrebbero avere bisogno di un tuo programma.

 

In quanto quest’ultimo hanno già la consapevolezza dei movimenti ma hanno bisogno di una supervisione e programmazione.

 

La vera componente fondamentale per il fitness online, (se vuoi dirmi cosa ne pensi nei commenti sarei molto felice di aprire un confronto su questo tema perché sono sempre costruttivi e aiutano a crescere tanto)…

 

Quello che è necessario da parte dell’utente è la consapevolezza del movimento.

 

E’ avere come riferimento un target che ha già un backgruond di movimento…

 

Perché andare, e lo dico per le molteplici esperienze con trainer online che abbiamo tutti i giorni, a lavorare con un’utente neofita e sedentario è abbastanza difficile.

 

Perché?

 

Correggere attraverso uno smartphone o un computer è veramente complicato.

 

Per evitare questa complicazione il consiglio è quello di rivolgersi a quella fetta di pubblico che ha già una consapevolezza e una conoscenza del corpo.

 

Queste è quindi, secondo me, l’ingrediente essenziale per andare a intercettare una fetta di pubblico online che possa rispondere in maniera positiva alla mia offerta.

 

Detto questo…

 

Riprendo quello che ho detto che inizio post.

 

Voglio condividere con voi la VISIONE IMPRENDITORIALE:

 

Ossia, cercare con le proprie competenze e abilità di raggiungere più persone possibili, con bisogni diversi e magari andare a intercettare persone che hanno necessità differenti.

 

Perché, se ipoteticamente, tu lavorassi dal vivo con persone sedentarie, che hanno bisogno di te per raggiungere un determinato obiettivo…

 

E online, invece, ti rivolgessi a persone più avanzate che ti comporta meno tempo la concentrazione su di esse e la creazione della programmazione ecco che tu hai…

 

DUE CLUSTER DI PUBBLICO

 

DUE TIPOLOGIE DI ENTRATE ECONOMICHE DIVERSE 

 

E a quel punto, tu stai iniziando a creare un’impresa con due tipologie differenti di entrate.

 

Anche perché andare a realizzare un business online non è una cosa automatica… ANZI!

 

Quando tu realizzi un business online come un vero professionista è come se tu e come se dovessi aprire un’attività nuova! 

 

Devi pensarla esattamente in questo modo.

 

Perché lavorare online significa dover affrontare determinati costi:

 

  • Spese di  traffico (inserzioni per portare le persone nel tuo sito web/programma)

 

  • E-commerce o store online che dovrai creare 

 

  • Creazione grafica 

 

  • Studio del programma che vorrai vendere

 

E tanti altri.

 

E quindi la mentalità non dev’essere: “Lavoro online perché in questo momento non posso farlo dal vivo”.

 

Ma bensì, dev’essere: “Lavoro online, investo online perché voglio creare un’altra entrata”,

proprio come se tu avessi un altro centro.

 

Per arrivare anche a persone molto più distanti da te, con le quali puoi creare un tipo di rapporto diverso ma comunque di valore.

 

Il tuo grande GOAL giornaliero diventa: 

 

RIUSCIRE A PROGRAMMARE LA GIORNATA IN MANIERA TALE DA POTER ESSERE UTILE AD ENTRAMBE LE TIPOLOGIE DI PUBBLICO.

 

Ecco cosa significa creare un’impresa dal punto del fitness oggi.

 

Riuscire ad avere la consapevolezza che le tua abilità possono essere utili a più persone,

la tua chiave è il COME puoi rendere accessibili e a più persone possibili le mie abilità.

 

Spero vivamente che questo post ti abbia aiutato a riflettere e soprattutto ad aprire la mente su quello che è il progresso che stiamo vivendo e che sta andando alla velocità della luce!

 

L’importante è quello di ottenere una consapevolezza del digitale e dell’innovazione senza esserne succube ma anzi guardandolo in maniera oggettiva e analitica.

 

Cavalca le opportunità ma sempre con la testa sulle spalle e senza mai snaturarti!

 

Se vuoi saperne di più puoi scrivermi a info@socialfit.it 

 

Se vuoi ricevere altre idee, spunti e contenuti di alto valore per il digital marketing della tua palestra, ti

 

aspettiamo nel nostro gruppo Facebook riservato solamente ad imprenditori fitness & wellness. 

  

 

PUOI ACCEDERE CLICCANDO QUI
  
Big Up!
 
Alberto

 

Video Marketing per Palestre e Personal Trainer: 10 punti per creare Video che vendono

Video Marketing per Palestre e Personal Trainer: 10 punti per creare Video che vendono

Video Marketing: l’esatto processo che devi seguire

 

E’ ormai risaputo che il “video” è un contenuto fondamentale per divulgare il proprio sapere, le proprie informazioni e per esporsi.

 

Soprattutto per fare in modo che le persone ci conoscano.

 

Il video comunica molto di più rispetto ad una foto o di un messaggio testuale.

 

Tuttavia…

 

Non tutti sanno quali sono gli esatti STEP FONDAMENTALI per creare un video veramente efficace per il pubblico.

 

Che possa essere magnetico nei confronti di persone che, diciamolo, online hanno tantissima offerta e tantissima scelta.

 

Quindi, catturare l’attenzione delle persone oggi è diventato molto difficile…

 

MA NON IMPOSSIBILE.

 

In questo post vedremo infatti quali sono…

 

I 10 PUNTI FONDAMENTALI PER REALIZZARE UN VIDEO CHE CONVERTA.

 

Doverosissima premessa iniziale.

 

Perdonami ma è fondamentale per poterti aiutare nel modo migliore possibile!

 

Partiamo dalle basi.

 

Prima di tutto, devi necessariamente fare uno script.

 

Non puoi assolutamente accendere la video camera e improvvisare!

 

Questo non è comunicare nel modo giusto e tanto meno fare marketing.

 

Per evitare questo errore ti serve:

 

  • Carta e penna 

 

  • Elencare i pilastri dell’argomento che vuoi trattare

 

  • Per poi andare a comunicare nella maniera adatta seguendo un preciso flusso 

 

Quindi…

 

Se finora hai fatto video improvvisando, questo è il contenuto adatto a te!

 

Se non programmi, il rischio qual’è?

 

Che probabilmente nel tuo video ti sarai dimenticato di dire qualcosa o comunque ti sarai perso dei pezzi, oltre alla probabilità d’incappare in un discorso discontinuo.

 

Invece…

 

Avere una comunicazione ben programmata ti consente di elencare quelli che sono gli esatti step di cui vuoi andare a parlare, e di non lasciare indietro nessun concetto fondamentale.

 

Adesso possiamo iniziare.

 

Pronto?

 

Si comincia!

 

PUNTO 1: RIVELA DI COSA PARLERAI AD INIZIO VIDEO 

 

Inizialmente in un video devi subito rivelare l’argomento che andrai a trattare.

 

Ad esempio…

 

-”In questo video t’insegnerò a…”

 

-”In questo video vedremo insieme…”

-”Questo video è dedicato a chi…”

 

Questo è il punto a cui devi partire.

 

Diciamo che è una sorta di anteprima.

 

Nota Bene:

 

Questo passaggio è FONDAMENTALE perché nei primi 10/20/30 secondi massimo ti giochi l’attenzione dell’utente.

 

Se in questi primissimi secondi non sei in grado di catturare l’attenzione e non sei in grado di anticipare un pò quello che sarà il contenuto del tuo video…

 

Probabilmente perderai molte views.

 

Come fai e non perdere molti utenti già dall’inizio?

 

Devi spiegare in maniere dettagliata, sintetica ma efficace alla persona che ti sta guardando che cosa si dovrà aspettare dal tuo video. 

 

Cosa fare per farlo nel modo più sicuro possibile?

PUNTO 2: USA PAROLE SEMPLICI 

 

In questo punto ci tengo davvero ad avere la tua massima attenzione.

 

Usa parole semplici permette di arrivare a più persone possibili, permette di aver un risparmio cognitivo da parte delle persone…

 

E questo aiuta INCREBILMENTE la capacità di concentrazione.

 

Semplificando la comunicazione permetti anche di essere compreso al meglio.

 

In un mondo in cui, tra esperti, c’è la gara a chi spara la parola più complicata… 

 

L’unico modo per venirne fuori, essere davvero compreso è quello di parlare con parole semplici.

 

Da qui arriviamo direttamente a…

 

PUNTO 3: NON USARE TECNICISMI NEL TUO LINGUAGGIO

 

Anche se il tua preparazione è buona, hai studiato e conosci le terminologie giuste.

 

Non è con i tecnicismi che riuscirai a far comprendere il tuo sapere in modo efficace.

 

Puoi condividere la tua esperienza, il tuo lavoro, il tuo studio e risultare una persona estremamente professionale anche senza grandi paroloni.

 

Anzi, senza di essi, riuscirai a trasmettere a molte più persone tutto ciò che vuoi condividere!!!

 

Il tuo punto di forza sarà quello di riuscire a spiegarti in maniera FACILE e ACCESSIBILE.

 

Non c’è cosa migliore di questo nella comunicazione al giorno d’oggi.

 

Perché?

 

Se parli con il tuo gergo tecnico il rischio è quello di ALLONTANARE le persone.

 

Ti riusciranno a capire solamente i tuoi colleghi e i tuoi competitor ma NON IL TUO TARGET.

 

Ed è questo la cosa fondamentale, parlare al tuo target nel modo migliore in cui ti possano comprendere.

 

Così riuscirai ad acquisire più clienti.

 

Proprio per riuscire a raggiungere un maggior numero di persone ed essere più magnetico ci sono delle parole particolari, che ti aiuteranno davvero tanto…

 

Curioso?

 

Vediamole subito.

 

PUNTO 4: USA POWER WORDS EFFICACI

 

Che cosa sono?

 

Sono parole che aiutano a incrementare quella che è l’attenzione da parte delle persone.

 

Hanno il potere di sollecitare quello che è il meccanismo della mente umana, mantengono alta l’attenzione e creano un’immagine figurata nella mente di chi ti sta ascoltando.

 

Le puoi trovare online, soprattutto nei siti americani.

 

Il mio consiglio è di andare a individuarle, scrivetele e utilizzale in maniera ciclica.

 

Così potrai rafforzare quelli che sono i tuoi concetti.

 

Da un punto di vista commerciale, per farti un esempio, delle power words efficaci possono essere:

 

  • Soldi

 

  • Montepremi

 

  • Bonus

 

  • Gratuito

 

  • Economico 

 

E via dicendo.

 

Tutte queste vanno a rafforzare in modo esponenziale il tuo concetto.

 

Più riesci a integrare questo parole all’interno della tua comunicazione più efficace sarà il tuo messaggio.

 

Avrai, così, fotografato nella mente delle persone un’immagine indelebile.

 

PUNTO 5: APPLICA IL PATTERN INTERRUPT

 

Altro aspetto molto importante per mantenere alta l’attenzione del tuo pubblico all’interno del tuo video è quello del fenomeno che viene definito:

 

PATTERN INTERRUPT

 

Ossia…

 

All’interno di un video, se inizi a parlare a macchinetta senza mai interromperti e magari con anche un tono molto piatto…

 

Il rischio è quello di far perdere la voglia di ascoltarti.

 

Il Pattern Interrupt aiuta a evitare proprio questo.

 

Serve a interrompere questo schema “piatto” nel tuo video andando ad inserire elementi che servono a creare un effetto WOW nella mente delle persone.

 

Oppure, un effetto d’interruzione.

 

Ti faccio un esempio: 

 

Mentre parli nel tuo video ad un certo punto, smetti di parlare per pochi secondi e poi riprendi.

 

Questo riaccenderà l’attenzione dell’utente che ti sta guardando perché nella sua mente non si sarebbe mai aspettato una tua interruzione improvvisa.

 

E tornerà ad essere più concentrato di prima e ti ascolterà ancora più attentamente.

 

Questo metodo è molto usato e davvero utile, ma possiamo entrare ancora più in dettaglio per aumentare la soglia di attenzione…

 

PUNTO 6: PARLA DEL COSA, NON DEL COME

 

Cosa significa?

 

Quando dico “parla del cosa” intendo dire:

 

Che devi andare a individuare i problemi delle persone a cui ti vorrai rivolgere, devi andare a raccontare questi problemi e quindi spiegare che li conosci anche tu.

 

Questo crea fiducia e credibilità nello spettatore nei tuoi confronti.

 

E allo stesso tempo, dovrai fare in modo di poter raccontare qual è la soluzione.

 

Quindi il “COSA” =  è la “SOLUZIONE”.

 

Senza dire invece il “come è fatto” perchè il “come” è il tuo prodotto.

 

Quello che tu vai ad offrire nel tuo programma a pagamento.

 

Il “COSA” lo devi comunicare tutti i giorni, devi avere le tue credenze, i tuoi principi e dal di lì andare poi a divulgare a pagamento quello che è il “COME”.

 

Problema -> Soluzione  =  Cosa -> Come 

 

Mi spiego meglio…

 

Esempio:

 

Se io volessi vendere un programma di allenamento al femminile per tonificare, quello che dovrei fare NON è dire com’è strutturato il mio programma ma…

 

Invece, quello che mi serve è identificare l’errore principale delle donne che vogliono tonificare, andare a raccontare il perché stanno commentando questo errore e spiegare il cosa dovrebbero fare per riuscire nel loro intento.

 

Posso anche utilizzare dei casi comprovati, quindi andare a condire con dei numeri la mia tesi così da portela avvalorare.

 

E a quel punto posso puoi finalmente parlare del COME.. quindi del mio programma di allenamento.

 

E’ veramente importante fare questa distinzione tra il COSA e il COME.

 

Per farlo però devi conoscere veramente bene il tuo TARGET.

 

Come?

 

PUNTO 7: PER CREARE VIDEO MAGNETICI, FAI DELLE RICERCHE SUL TUO TARGET

 

Prima di realizzare qualsiasi contenuto, il mio spassionato consiglio è quello di fare della RICERCA.

 

Che cosa intendo?

 

Devi fare delle ricerche sulle persone che vuoi raggiungere:

 

  • Su i loro obiettivi

 

  • Su i loro bisogni

 

  • Su i lori desideri 

 

Dev’essere fatta 

 

  • Online

 

  • Tra i tuoi clienti

 

  • All’interno di quei contesti di cui sei certo di trovare le persone simili a quelle che vuoi raggiungere 

 

Noi di SocialFit di questo lavoro ci occupiamo in maniera molto intensa….

 

Iinfatti all’interno della Digital Fitness Academy che è il nostro programma di punta,

andiamo a fare una vera e propria analisi psicografica di quello che è il target di riferimento.

 

Perché una volta che so con chi sto parlando, so quali sono i suoi problemi, so come poterlo aiutare la strada diventa spianata.

 

Perché?

 

Perché significa che io so qual è:

 

  •  IL COSA

 

  •  IL COME

 

  • QUALI POWER WORDS UTILIZZARE

 

  • QUALI PAROLE SONO MEGLIO DI ALTRE

 

  • QUALI PAROLE CONOSCE E QUALI EVITARE 

 

Riuscendo così a creare un dialogo diretto con le persone che voglio intercettare.

 

Nota bene!

 

Può sembrarti un lavoro noioso…

 

Ma questo è un passaggio preventivo che cambia nettamente e drasticamente i risultati della tua campagne, dei tuoi video, delle tue conversioni e delle prenotazioni che è quelli che tutti noi vogliamo.

 

Consiglio: 

 

Fai prima di tutto uno studio, annotati i risultati e dal di lì cerca di definire tutti gli step successivi.

 

Però chiaramente parte tutto dal tuo interlocutore, se non sai a chi sta parlando…

 

Hai un grosso problema.

 

PUNTO 8: USA LO SLANG DEL TUO TARGE, PARLA COME LORO

 

Devi parlare la lingua del tuo target. 

 

Se conosci il tuo target, consci anche lo slang, conosci le parole che solitamente utilizzano.

 

Se fai questo lavoro, chiaramente aumenterà anche l’affinità con queste persone…

 

Perché?

 

Semplice!

 

Perché si sentiranno comprese e non solamente da un punto di vista informativo, ma anche da un punto di vista puramente EMOTIVO.

 

Andando infatti ad utilizzare le parole giuste, andando a parlare la lingua del tuo target tu creerai un GRANDISSIMO RAPPORTO.

 

Creerai un GRADISSIMA SOLIDITA’ che abbatterà la barriera che c’è tra cliente e venditore.

 

Non sarai più un semplice venditore, sarai un confidente.

 

Perché quando parli con una persona che parla la tua lingua, quanto andrà ad incrementare notevolmente quella che è la fiducia nei tuoi confronti.

 

Tutto chiaro fin qui? 

 

Benissimo!

 

ORA

 

FACCIAMO UN PASSO INDIETRO…

 

Torniamo a parlare della parte più creativa, più stilistica.

 

PUNTO 9: CREA UN VIDEO CON UNA BUONA QUALITA’ AUDIO 

 

Parliamo di creatività.

 

Un aspetto da non sottovalutare MAI in nessun video è l’audio.

 

L’audio vale più di quello che pensi.

 

L’audio paradossalmente, rispetto a quello che puoi pensare, vale molto di più rispetto alla parte d’immagine.

 

Perché?

 

L’audio è quello che tu stai comunicando…

 

 Stai trasmettendo un messaggio con la tua voce…

 

E la tua voce si deve sentire… bene!

 

Questo mi porta a creare un punto 9 bis..

 

Resisti ci siamo quasi!

 

PUNTO 9 BIS: CREA UNA COMUNICAZIONE VERBALE ENERGICA E COIVOLGENTE 

 

Ho creato quest’altro punto perché anch’esso è essenziale nel tuo video.

 

Quando parli oltre ad un buon audio devi anche lavorare sulla tua voce.

 

Cos’è importante nella tua comunicazione verbale?

 

  • Non essere piatto

 

  • Non essere stancante

 

  • Essere enfatico 

 

  • Essere energico

 

  • Trasmettere carica 

 

Ricordarti, in quanto tu sei una persona che lavora nell’ambito fitness…

 

La gente si aspetta sempre di vederti al massimo dell’energia!

 

Sei collocato in un mercato in cui l’energia è un elemento fondamentale da trasmettere alle persone.

 

Devi trasportare l’utente nel tuo mondo in maniera convincente e soprattutto persuasiva!

 

Ci sei quasi…

 

Ti chiedo un ultimo sforzo…

 

Questo è il punto più importante, un punto che il 99% delle persone si scorda di fare!

 

Non commettere lo stesso errore…

 

PUNTO 10: IL TUO VIDEO DEVE AVERE UNA CALL TO ACTION

 

 

Il tuo video deve assolutamente avere un obiettivo.

 

Ogni tuo video deve avere un suo perché.

 

Per farlo devi chiederti: 

 

  • Perché sto creando del contenuto?

 

  • Dove vuoi che vada il tuo utente?

 

  • Che cosa vuoi trasmettere alle persone?

 

  • Quello che trasmetti cosa deve portare a fare?

 

Quando tu crei un contenuto, lo fai per attuare un azione da parte delle persone.

 

Può essere un’azione di:

 

  • Vendita

 

  • Raccolta contatti

 

  • Prenotazione di una consulenza gratuita 

 

  • Telefonarti

 

  • Lasciare un commento

 

  • Lasciare un like

 

  • Fare un’iscrizione

 

E via dicendo.

 

Qualsiasi azione tu decida di attuare, l’importante è che sia parte dei tuoi obiettivi, sia detta in modo esplicito al tuo utente e soprattutto sia evidente.

 

Quindi, quanto tu fai un video e hai comunicato il COME, il COSA, i PROBLEMI, le SOLUZIONI tutto questo deve necessariamente portare a…

 

COMPIERE UN’AZIONE!

 

Se non lo fai?

 

Beh…

 

Il risultato è che avrai un bel video e basta.

 

Non sarà efficace e quinti non ti porterà a niente.

 

Non ci sarà un obiettivo e non sarà misurabile.

 

E questo è veramente un grosso, grossissimo problema.

 

Vuoi evitarlo?

 

Parlando di dati e misurabilità, ho girato un video e scritto un post al riguardo, molto interessante che ti sarebbe davvero di grande aiuto.

 

Dove ti spiego che non esiste un azione di marketing che non sia misurabile, se no non sarebbe marketing.

 

Ti lascio qui il link se sei interessato a migliorare ancora di più il tuo business e renderlo molto più profittevole.

 

RICORDA: DEVI SEMPRE AVERE UNA CALL TO ACTION NEL TUO VIDEO.

 

Tutta quella che è la parte di video marketing per generare risultati in quanto a clienti, lead. potenziali contatti e così via…

 

Ne parliamo in modo molto più approfondito in quella che è la Digital Fitness Academy, ossia la nostra accademia di punta.

 

All’interno della quale ho sviluppato un percorso che contiene:

 

  •  Un’area lezioni personalizzate, con video ed esercizi che alla fine di ogni settimana che vengono visionati e controllati insieme.

 

  • E un’area One To One, grazie alla quale avrai settimanalmente una consulenza con me e con tutto il team SocialFit.

 

In modo tale che tu possa avere sia una parte di formazione, sia una parte di consulenza in maniera precisa e approfondita su quello che è il tuo business.

 

Se vuoi saperne di più puoi scriveremi a info@socialfit.it 

 

Se vuoi ricevere altre idee, spunti e contenuti di alto valore per il digital marketing della tua palestra, ti

 

aspettiamo nel nostro gruppo Facebook riservato solamente ad imprenditori fitness & wellness. 

  

 

PUOI ACCEDERE CLICCANDO QUI
  
Big Up!
 
Alberto

 

  

 

 

 

 

Vendere servizi fitness su Instagram: i 5 elementi immortali

Vendere servizi fitness su Instagram: i 5 elementi immortali

Oggi rispolveriamo una domanda ormai entrata nell’evergreen SocialFit.
Quella domanda a cui il nostro team deve rispondere almeno una volta al giorno.
Quella domanda che però, per quanto ricorrente, merita sempre una risposta chiara ed esaustiva.

Insomma, LA domanda che assilla personal trainer e titolari di centri fitness:
“Ma come trovo clienti attraverso Instagram?”

Prima di iniziare però, ti deve essere chiara una cosa: i social non sono vetrine per vendere e comprare
servizi.
I social sono nati per comunicare, per creare legami con le persone, per permetter loro di svagarsi e
passare il tempo.

Inoltre, non ci sono formule magiche né miracolose per aumentare la propria clientela tramite
social.

Hai mai aperto Instagram con una carta di credito in mano? Io no.
E nemmeno i tuoi clienti.

Ma non disperare. Sui Social non si acquista, ma ci si può far comprare

Servono impegno, la buona strategia e il desiderio di creare relazioni efficaci con gli altri.
Consapevoli di ciò, possiamo lavorare sulla nostra comunicazione e sui nostri contenuti al fine di
aiutare la nostra attività ad avere più risonanza e, quindi, a crescere.

Quando si tratta di Instagram, in particolare, sono cinque gli elementi vincenti:

1. STORIES
Le Stories sono uno degli elementi più attivi di Instagram.
Tramite le Stories, gli utenti possono accedere in modo più diretto al nostro lavoro e la nostra
persona.

Documentiamo i nostri allenamenti, mostriamo i dietro alle quinte della nostra attività e realizziamo
contenuti in tempo reale.
Parliamo di dubbi, di come siamo giunto a realizzare un progetto e altri contenuti di valore che
sappiamo essere d’aiuto al nostro cliente ideale o che creino empatia.
Sui social, infatti, i contenuti più efficaci sono proprio quelli che lavorano sulla sfera emotiva o/e
informativa.

Le Stories, per di più, possono essere anche un momento di “approfondimento” che va a completare
un argomento che abbiamo affrontato nel post rilasciato in giornata.
Per esempio, se nel post abbiamo parlato di “I 5 metodi importanti per perdere peso”, nelle Stories
della giornata possiamo raccontare di come ciò si associ al nostro programma di allenamento o
semplicemente delle chicche su tale argomento.
Infine, al termine o all’inizio della Stories possiamo rimandare l’utente al post sopracitato.
Con la loro genuinità, quindi, le Stories sono il veicolo perfetto per rafforzare i concetti che
vogliamo comunicare, proprio perché permettono all’utente di immergersi nella tua dimensione in
maniera autentica.

Queste regalano agli utenti che guardano la sensazione di creare un legame con noi che
“raccontiamo”.
Hanno un grandissimo impatto.

Ciò crea una grande fidelizzazione verso di noi, il nostro lavoro e ciò che rappresentiamo.
Usiamole spesso, dunque.
I nostri follower, se sono veri follower, non mancheranno né di seguirci, curiosare e apprezzare il
nostro impegno.

2. LIVE
L’algoritmo di Instagram è una piattaforma che premia l’impegno.
Se si accorge che il nostro canale, frutto delle nostre attività sui social, trattiene gli utenti sulla sua
piattaforma, ci premia donando maggiore visibilità ai nostri feed.

Ugualmente, quando svolgiamo un’azione che richiede più energie, come una Live, Instagram ci
ricompensa aumentando la copertura del nostro canale: la Live sarà posta tra le prime Stories, una
notifica sarà mandata a tutti i nostri follower e così via.
Una Live, però, richiede un considerevole dispendio di energie.

Non va assolutamente improvvisata, ma programmata a dovere.

Infatti, tutte le nostre pubblicazioni devono essere parte di una strategia che ci conduca alla
realizzazione degli obiettivi prefissati e su misura dei nostri utenti ideali.
Perciò, è bene anticipare ai propri follower quando ci sarà la Live, magari con un post informativo.
Non va lasciato al caso neppure ciò di cui si andrà a parlare, quindi sarebbe utile creare una bozza di
sceneggiatura o anche una semplice lista degli argomenti che desideriamo toccare nella Live.
Ricordiamoci, naturalmente, di interagire con gli utenti che, connettendosi man mano, vorranno
porci domande, riflessioni o chiederci delle semplice curiosità.

Più ci mostreremo attivi durante la Live, più gli utenti saranno stimolati a seguirci, non solo questa
volta, ma anche quelle future.

3. CONTENUTI
È chiaro che alle persone piaccia ascoltare storie da sempre. Abbiamo bisogno di vederle nelle serie
tv, di leggerle nei libri o anche solo di sbirciarle nelle foto su Instagram che, come finestre, si
aprono sulla vita delle persone.
Il nostro canale non deve essere diverso. Noi dobbiamo raccontare e trasmettere storie.

I contenuti per Instagram devono essere, dunque, di due tipologie:
a. Value
b. Report

Per “value” intendiamo il “valore” del nostro contenuto.
Creiamo e utilizziamo il nostro feed per raccontare ai follower ciò che conosciamo e abbiamo
imparato dalla nostra esperienza, trasmettiamo informazioni utili e che possano aiutarli a
raggiungere i propri obiettivi.

Per “report”, invece, ci riferiamo a tutti quei contenuti che si legano al loro lato emotivo che
provocherà empatia nell’utente che legge.

Sia la nostra esperienza di vita è una storia fatta di tanti piccoli episodi e momenti, che i nostri
canali ci permettono di raccontare.
Com’è nata la nostra attività? Quali sono i nostri obiettivi? Cosa abbiamo provato quando ci siamo
trovati di fronte a quell’ostacolo?

Se i nostri contenuti saranno percepiti in modo positivo e di valore, si avvierà un ciclo virtuoso in
cui gli utenti tenderanno a seguirci e a condividere, aumentando così la nostra visibilità.

4. DIRECT CTA
Più i nostri contenuti saranno interessanti, più gli utenti aumenteranno le loro interazioni.
Questo comporta anche un aumento delle interazioni in Direct.
Tuttavia, non è necessario attendere che i follower lo facciano spontaneamente.

O, meglio, noi stessi possiamo indirizzarli a farlo, semplicemente chiedendoglielo, per esempio al
temine di un post o di una Live.
Sembra banale, ma la semplicità ripaga sempre.

Questo è un metodo efficace soprattutto quando siamo ancora agli inizi e abbiamo bisogno che gli
utenti imparino a conoscerci e a fidarsi di noi.

Quale miglior modo se non instaurare un dialogo diretto con noi?

5. SHARING
Se abbiamo curato i primi quattro punti, abbiamo comunicato bene e abbiamo diffuso contenuti di
valore, la condivisione dei nostri post sarà un elemento praticamente automatico da parte dei
follower.

Sarà la dimostrazione che abbiamo lavorato bene!
Ovviamente, all’inizio non sarà così automatico portare gli utenti a condividere i nostri feed.
Anche in questo caso, dunque, domandare è lecito.

Chiediamo noi stessi agli utenti di condividere il post o di taggare un amico che sanno essere
interessato all’argomento.

Se il nostro contenuto ha superato la prova di apprezzamento dei follower, non mancherà di essere
diffuso e di diventare un altro anello di congiunzione per accrescere la rete di comunicazione via
social. E naturalmente aumentare il numero dei nostri clienti più fedeli.

Se sei arrivato fino in fondo, significa che anche tu hai intenzione di trasformare il tuo canale Instagram in un reale strumento di marketing.
Ecco perché il nostro consiglio è quello di approfittare della speciale offerta e assicurarti il nostro corso Instafit, che puoi scoprire a questo link:

SCOPRI INSTAFIT

Big Up!
Alberto

Ho un centro fitness che lavora: devo fare pubblicità lo stesso?

Ho un centro fitness che lavora: devo fare pubblicità lo stesso?

Alberto, come faccio a convincere un imprenditore a fare pubblicità anche se la sua attività funziona?

Questa la domanda che l’altro giorno un mio collaboratore mi ha posto.

E scommetto che la stessa domanda, a meno che tu non sia un mio studente e sappia quindi già la risposta, te la sei fatta anche tu almeno una decina di volte.

Come mio solito ho fretta di rispondere e parto già dalla soluzione (tanto il modo di incuriosirti e farti leggere tutto l’articolo lo trovo comunque).

LA DOMANDA È LA PIÙ SBAGLIATA CHE UN IMPRENDITORE POSSA FARE

Tant’è che per rispondere ci ho messo non più di un minuto.

Ammetto infatti che sul momento la domanda mi è sembrata banale. 

Poi, grazie al suo suggerimento, ho constatato che così banale forse forse non lo era. 

Pensandoci bene, effettivamente, gli imprenditori italiani sentono il bisogno di fare pubblicità solamente quando si sentono con il culo per terra. Madornale errore. Per un motivo:

Fare pubblicità (nella più ampia delle accezioni in questo caso), è SOPRATTUTTO per chi un’attività che funziona, ce l’ha già.

Controintuitivo? Ma neanche per il cavolo amico mio. E tra poco ti spiegherò il perché.

Ti lancio questa bordata:

Apple ha chiuso il 2018 con un fatturato di 62,8 miliardi di dollari.

Amazon ha chiuso il 2018 con un fatturato di 51 miliardi di dollari.

Numeroni vero? Il prodotto funziona, il loro servizio è eccellente e dominano i mercati mondiali.

Ma scusa, ma allora cosa cavolo pubblicizzano???

Sono aziende costantemente attive social, lanciano innovative campagne pubblicitarie in TV (l’ultima di Apple è qualcosa di straordinario e profondo), non mollano un centimetro e tra i loro investimenti maggiori ci sono proprio il marketing e la comunicazione.

Sarà che forse una domandina te la devi fare? O sono scemi e stanno bruciando cassa per ingannare il tempo? Chiedilo a Tim Cook e Jeff Bezos, che non mi sembrano gli ultimi sfigati in fondo alla locomotiva.

La verità te la dico io, senza girarci tanto intorno: marketing e comunicazione (diamo il nome corretto a sta pubblicità) non solo servono a rivitalizzare un’azienda che deve tirare a campare, ma servono SOPRATTUTTO a chi un’azienda sana già ce l’ha. 

Per due motivi:

MOTIVO 1: Sei il leader di mercato? I tuoi corsi e la tua sala pesi sono costantemente pieni? Hai i prezzi più alti di tutti e hai profitti pazzeschi? Complimenti, hai la mia stima, dico davvero.

Ma se è così, cosa cavolo aspetti allora a dare il colpo di grazia alla concorrenza? Perché non crei la definitiva separazione tra te e loro? 

Fatti trovare dove c’è bisogno di te quando la gente ti cercherà.

Presidia il web, invia sales letter, crea campagne Facebook innovative. La tua fortuna è che non devi investire per sopravvivere! 

Sai cosa vuol dire questo? Che puoi sperimentare, puoi studiarti qualcosa di nuovo senza la pressione del “o funziona, o fallisco e chiudo”. 

Ma vuoi mettere?

Una comunicazione efficace che comunica ciò che il marketing definisce può essere ciò che ti renderà il leader incontrastato, il cannibale del fitness business della tua zona. Ti fa così schifo?

Che poi scusa, ma una cosa devo dirtela. 

Non ti voglio portare sfiga, ma per quanto tempo hai intenzione di rimanere il numero uno? E se qualcuno stesse preparando una controffensiva per portarti via lo scettro?

Sei il numero uno oggi, ma domani?

La gente oggi come oggi cambia idea dieci volte al giorno, cosa impedisce alle persone di passare alla concorrenza solo perché ha avuto l’iniziativa di essere più presente ed esposta di te sui vari canali che ha a disposizione?

Fai tu la prima mossa e palesati alle persone. Chi bastona per primo, bastona due volte.

MOTIVO 2: Sai da dove parto quando parlo di comunicazione con i miei studenti? Da questo inciso:

“La comunicazione è l’eco di ciò che le persone pensano della tua azienda”.

Fai pubblicità su Facebook? Questa farà riecheggiare il lavoro che hai fatto finora, nel bene o nel male.

Manderai una sales letter a tutti i residenti della zona? Farà lo stesso anche lei.

Tradotto: se parti da una posizione in cui non sei visto bene, la comunicazione non farà altro che far riecheggiare il messaggio di un’azienda con dei problemi. 

E qui serve l’aiuto del marketing. 

Ma questo, è un altro discorso, che tratteremo molto molto presto.

Se invece parti da un’azienda sana, che vuol bene ai suoi clienti e si fa voler bene dai suoi clienti, la comunicazione sarà l’altoparlante di questo tuo successo, e farà veicolare il tuo messaggio di professionalità ai 4 angoli della tua città. 

Non è tutto. Un’attività fitness amata dai suoi clienti, può contare anche sul loro supporto per diffondere questo messaggio. 

Questo perché siamo tutti più propensi a trasmettere il nostro senso di appartenenza a contesti di nostro gradimento. 

Se allenarmi da te è per me un piacere, se all’ingresso vengo accolto con entusiasmo, se i coach e i trainer sono attenti alle mie esigenze, cosa mi costa farmi da promotore spontaneo di ciò che amo?

Perciò, se hai un’azienda che funziona, fai in modo che si parli ulteriormente di te, perché ne hai solo che da guadagnare.

Se poi vogliamo allegare un motivo 2 bis o 3, pensa alle sopra citate Apple e Amazon. Sono precursori, pionieri del mercato, i più avanti insomma. Sempre e comunque. 

E come tali ci aspettiamo sempre il primo passo da loro, l’idea innovativa, la genialata che fa girare all’effetto WOW.

Essere i numeri uno è anche una responsabilità. Hai tutti gli occhi puntati, e muoverti in modo adeguato per te è quasi un dovere. 

Tutti aspettano la tua prima mossa. Se non la fai, farai trasparire due cose:

  • Si è addormentato, forse non è davvero il numero uno che pensavamo (a detta dei clienti o potenziali tali).
  • Si è addormentato, è il mio momento per attaccare (a detta dei competitors).

In conclusione: 

Se oggi sei pieno, sia in tasca che in sala pesi, io non posso che essere felice per te. Ma una cosa devo dirtela: se non metterai in cassaforte oggi il tuo dominio, te ne pentirai domani.

Le persone hanno costantemente bisogno di ricordarsi di te, di percepirti come reale leader, hanno bisogno di una guida. 

E per essere guida, devi esporti, essere attivo, non aspettare i periodi morti per riaccenderti. 

Una macchina del marketing che funziona, funziona 365 su 365, non te lo dimenticare. 

I tuoi clienti di domani, li costruisci con le tue azioni di oggi.

E tu, domani dove vorrai essere?